Misurare la competizione delle keyword - Andrea Vit 's Blog

My Links

Leggimi nel nuovo blog: troverai contenuti aggiornati.
Andrea Vit - Consulente SEO
www.andreavit.com

martedì 16 ottobre 2007

Misurare la competizione delle keyword


Navigando per la rete alla ricerca di nuove idee SEO mi sono imbattuto nella lettura di un post di Kerouac3001 dove mette a disposizione un tool in grado di restituire un coefficiente di difficoltà delle keyword. (chiamato Keyword Difficulty Tool)



Il tool attualmente fa le seguenti operazioni:

- cerca la keyword su google
- estrapola gli url e cerca su yahoo i backlinks per ognuno
- cerca la keyword su google in una determinata lingua
- estrapola gli url e cerca su yahoo i backlinks per ognuno


Durante la discussione si dice che per ottenere un modello più fedele, i fattori che dovrebbero essere considerati sono:
1) PR di ogni pagina in serp
2) PR di ogni dominio in serp
3) risultati totali della serp
4) annunci totali di adwords
5) allinanchor totali
6) allinurl totali
7) allintitle totali
8) risultati totali della serp in una lingua precisa
9) annunci totali di adwords in una lingua precisa
10) allinanchor totali in una lingua precisa
11) allinurl totali in una lingua precisa
12) allintitle totali in una lingua precisa
13) % presenza della keyword nei domini
14) % presenza di snippet grassettata

Il tool considera i parametri modellandoli tramite una funzione e restituisce un coefficiente logaritmico, così come il valore di PageRank di Google.



Credo che si tratti di uno strumento molto interessante e affidabile, considerando che il risultato è una stima basata su un modello empirico. La mia curiosità resta su quale sia il peso da dare a ciascun fattore per poter disporre di un modello abbastanza fedele e preciso.

I coefficienti pubblicati nell'articolo "Search Engine Factors" sul blog SEOMOZ potrebbero essere un buon mezzo per poter ottenere una funzione-modello soddisfacente.

Una possibile estensione potrebbe inoltre prevedere l' analisi delle pagine che occupano i primi post delle SERP, per poter valutare anche altri fattori on-page come ad esempio la presenza di HTML semantico con keyword presenti nei tag h e p, dimensione in kb della pagina, data della cache ed età del dominio.

Ovvio che aggiungere quest'estensione al modello diventi oneroso dal punto di vista dell'elaborazione e non sarebbe possibile pubblicarlo on line per non rischiare di addormentarsi davanti al PC in attesa di un risultato. :-)

2 commenti:

Cr4z!er ha detto...

sinceramente mi sfugge qualche particolare dell'articolo, probabilmente per la mia mancata preparazione.
Certo che uno strumento del genere sarebbe molto utile per determinare le serp e le keywords da implementare maggiormente sul proprio sito, in modo da trovare la via più sempolice per scalare i motori (cosa davvero complicata ultimamente per qualsiasi sito nuovo)..
Anzi se mi dessi qualche consiglio sul mio blog te ne sarie grato eheh

Andrea Vit ha detto...

@cr4z!er
Uno strumento del genere può essere utile per capire il grado di difficoltà di una promozione, per scegliere delle keyword con un buon volume di traffico e minor grado di competizione oppure per sapere come e quanto agire sulla link popularity in base alla difficoltà del posizionamento su determinate kw.

Un piccolo appunto di usabilità sul tuo blog: nei post le parole in evidenza andrebbero grassettate piuttosto che sottolineate. Un utente non capisce quali siano i link esterni.
Questo ovviamente IMHO...:-)